La fotografia italiana è nella rete.

Per quanto gli studi sul rapporto tra cervello e percezione visiva siano in piedi oramai dal 1967 grazie al fantastico Semir Zeki sembra che sarà questo 2015 il lembo storico in cui se ne prenderà atto. Ovunque è un frullare di tutor che spiegano come sia importante osservare guardando, e una volta compreso il tutto,…

Autoritratto… questo sconosciuto.

Oramai il neologismo del 2014, inserito anche nel dizionario Treccani, ha preso violentemente piede. Non conta cosa si sta provando, non ha più peso l’emozione o il movente che attiva il nostro miscuglio interiore a tal punto da sentire l’esigenza di condividere sui social quella immagine, quella unica immagine che narri il tutto. Come chiusi…

fotografo di cosa?

Fotografare il cibo, chi ne ha fatto una ragione di vita, fotografare fatica che si trasforma in dono d’energia è fotografare l’amore.

L’artigianato si narra…

Tagliare la pietra, fondere i metalli, scegliere il momento giusto in cui una terra è pronta per essere manipolata, decidere come tornire un legno… questo è l’essere umano. Questo è l’artigiano.

Io ritratto!

Io ritratto!
Ogni volta che vi incontriamo, io e la macchina fotografica.

è stato un attimo

Il tempo sta cambiando, il clima non è più un complice banale della gestione del nostro ritmo.

Cosa scatto a fare nel Museo?

Ops! con il Decreto-Legge 31 maggio 2014 n.83 è finalmente diventato possibile fotografare nei musei statali.

Ma cosa scatto a fare nel Museo?